© copyright fabio adani - all rights reserved

ALTRE PUBBLICAZIONI

- “il Disegno” collana “i Dizionari dell’Arte” - a cura di Marco Bussagli - Electa Mondadori, Milano - 2011

- International Contemporary Master - Vol. 5 - WWAB edizioni World Wide Art Books - Santa Barbara - California - 2012

- Fabio Adani, opere 2005-2010 - Monografia - Skill Edition Arte - Guido Talarico Editore, Roma - 2010

- GIDM, riflessioni di copertina - volume 31, n.2 - testo a cura di Veronica Liotti - giugno 2011

- “L’artista che s’ispira alla nebbia” - il Resto del Carlino - 17 dicembre 2010


OTHER PUBLICATIONS

- “il Disegno” series “i Dizionari dell’Arte” - by Marco Bussagli - Electa Mondadori, Milano - 2011

- International Contemporary Master - Vol. 5 - WWAB editions World Wide Art Books - Santa Barbara - California - 2012

- Fabio Adani, opere 2005-2010 - Monograph - Skill Edition Arte - Guido Talarico Editore, Roma - 2010

- GIDM, cover’s reflections - volume 31, n.2 - text by Veronica Liotti - june 2011

- “The artist who’s inspired by the mist” - Il Resto del Carlino - 2010, december 17

ORIZZONTI ERRANTI - WANDERING HORIZONS

Black & White - Experiences srl editor - 2014

pages 60 - 22x22 cm;


per certificare la validità dell’opera, questo libro d’arte è tirato in edizione limitata a 500 copie numerate, è accompagnato da un segnalibro autografato in originale dall’artista e riportante la medesima numerazione.


To certify the validity of the work, this Art Book is pulled in a limited edition of 500 numbered copies, is accompanied by a bookmark signed by the artist and bearing the same number.



Questo libro parla, attraverso immagini e parole, di orizzonti e di percorsi possibili, o per lo meno di possibili esperienze, e perciò non va letto come la descrizione di un itinerario percorribile o di un diario di viaggio; pur prendendo spunto da situazioni e da luoghi reali, il viaggio si snoda, attraverso tre tappe, in un’indagine più introspettiva che descrittiva, più percorso che mèta, suggerendo spunti riflessivi sul rapporto con lo spazio, con il tempo, ma in particolare, attraverso l’imponenza delle montagne, con una dimensione del sè più profonda ed elevata al contempo, diventando di fatto un invito ad individuare e scegliere un proprio orizzonte umano e personale.


This book tells, through images and words, orizons and possible paths, or at least of possible experiences, and therefore should not be read as a description of a transit route or a travelogue, through inspired by real places and situations the journey winds through three stages in a investigation more introspective than descriptive, more path than goal, suggesting thoughtful insights on the relationship with space, with time, but in particular, through the majesty of the mountains, with a deeper and at the sime time high dimension of oneself, effectively inviting to pick and choose one’s own personal and human horizon.

http://www.experiences.it/blackwhite.htmhttp://www.experiences.it/blackwhite.htmhttp://www.experiences.it/blackwhite.htmshapeimage_10_link_0
https://www.facebook.com/blackwhiteartbookshttps://www.facebook.com/blackwhiteartbookshttps://www.facebook.com/blackwhiteartbookshttps://www.facebook.com/blackwhiteartbooksshapeimage_11_link_0shapeimage_11_link_1